Email security check. Email violata? Controlla e provvedi subito!

Vi ricordate quando abbiamo parlato di come creare una password che vi garantisca un buon livello di sicurezza?
Ecco il link all’articolo http://www.unmoscerinonelweb.com/blog/password-sicura-sei-sicuro/ nel caso ve lo foste perso.

Rimane sempre una buona idea avere una password diversa per ogni account, perché? Semplice se qualche cracker (un hacker con cattive intenzioni) riuscisse a violare un sito dove siete registrati ed ottenere la vostra password allora avrebbe le porte della vostra privacy e della vostra sicurezza spalancate, con tanto di tappeto rosso.

Su questo sito potete scoprire se il vostro account email risulta essere stato violato assieme agli altri presenti su un sito dove siete registrati e quali sono i dati in pericolo.

Visitate haveibeenpwned.com scrivete il vostro indirizzo email e incrociate le dita.

Se ci sono problemi di sicurezza vi sarà mostrato un report di questo tipo:

Andate portale per portale e cambiate la password, inserendone una diversa per ogni sito/portale.

Buona fortuna.

PSSSS

Volete un modo per conservare le password indipendente e offline? Date un’occhiata a keepass.info.

File managed entire folder Drupal

Some information on managed and unmanaged files in Drupal

If a file is on a certain folder of the webserver within the Drupal folders it does not mean that Drupal knows it!

When Drupal “store” the presence of a certain file (i.e. public://myfile.pdf) it became a managed file.

You can add a file to managed with file_save_data function.

Luckly or unfortunaly a function that manage an entire directory of files, maybe in a recursive way, is not present in Drupal core.

How to import a folder of files to Drupal?

I create a script to this in a clean and easy way.

Note that dpm function is provided with a contrib module: Devel.

Hint

I have used this functionality to put lots of images in the media library (made with Media module) and make them available for redactors.

Drupal 7 blocks external frame due to X-Frame-Options

As documented (https://www.drupal.org/node/2735873) Drupal comunity removed the possibility to embedd a Drupal site into an external frame to avoid clickjacking.

The problem

Basically you can not put an external Drupal website into an iFrame anymore, if you try to embedd a website with X-Frame-Options restrictions you will get a browser console error stating something like this

because it set ‘X-Frame-Options’ to ‘sameorigin’

This behavior is obtained in drupal_deliver_html_page (in common.inc) in which it is checked what I show you below:

To see your Drupal website displayed into a frame of an external website you must change X-Frame-Options (or remove it).

The solution

Although Drupal documentation (https://www.drupal.org/node/2735873) explains that you can remove the X-Frame-Options header via the page_alter, I discovered that under certain conditions this strategy does not work at all.

In my case I was able to surf the site from a Frame only if I was logged in with an active session.

To achieve a better solution, my suggestion is to modify the Drupal variable x_frame_options before the drupal_deliver_html_page is called.
I did this (and it works like charme) via page_delivery_callback_alter, where I set the variable to FALSE under certain satisfited conditions (i.e. the page is requested from a whitelist domain).

Hope this help.

List directories with php and compare them

Sometimes it’s important to quickly highlight differences between two folders structure.

It could happen expecially when you are obliged to work on cheap environments, without console and you need to understand if there are differences among your local filesystem and the remote one.

You can copy the script in each directory and naming it scandir.php, than reach it by browser at the url http://path-to-your-base-folder/scandir.php.

In this way you have just executed the script, do it on each environment directory and occasionally compare them.

To compare there are Notepad++, git diff, WinMerge and plenty of open source tools.

Scandir is a php function, check it, I have wrote this code using an example I found there.

Altering ECK save message

Altering ECK save messages is now possible thanks to these hooks:

defined in eck.api.php.

I strongly suggest you to check that file because is full of interesting hooks that allow developers to customize eck standard (and horrible) behavior.

Enjoy!

Backup di tutti i database mysql

Talvolta capita di dover cambiare pc o semplicemente cambiare versione del proprio virtual web server locale preferito. Sia esso Xamp, Mamp o Wamp il concetto è sempre lo stesso. Dobbiamo trasportare i database da un posto ad un altro.

Problema

Ho più database sul mio mysql (locale o remoto) di cui devo ottenere un backup. Il comando che segue ci consente di effettuare questa operazione da linea di comando è il seguente:

Come si può facilmente notare in questo modo sarà creato un dump del singolo database mysql in un file .sql.

Tuttavia talvolta è necessario esportare tutti i database presenti su mysql. A tale scopo si rende indispensabile creare uno script.

Soluzione

È possibile creare uno script che con pochi comandi adempia al compito desiderato: esportare tutti i database mysql con uno script.

Lo script verrà inserito in un file con estensione .sh, che è possibile eseguire sia su Windows, sia ovviamente su Linux e Mac.

Su Windows è possibile farlo con la bash di git o cygwin, in linux eseguendo da riga di comando

a seconda dell’interprete che si desidera utilizzare.

Ma veniamo alla soluzione riportata direttamente dal blog di Daniel Dvorkin:

Una volta inserito in un file di testo, con estensione “sh”, lanciando questo script consentirà di creare un file tar.gz contentente un file .sql per ciascun database presente nel proprio mysql.

È possibile ottenere file zippati con un altro sistema o non compressi affatto semplicemente intervenendo sulla riga dello script che comincia con “gzip” (cancellandola ad esempio si otterrà un file .sql non compresso).

Si noti che la cartella di destinazione deve esistere prima di lanciare lo script, che altrimenti potrebbe fallire miseramente.

Ho testato la soluzione e devo dire che mi è stata molto utile in quanto pratica e veloce.

Ora devo cercare/scrivere uno script per caricare tutti i database siffatti da una cartella ai database veri e propri, ma questo sarà un’altro post.

Outlook messaggi in posta in uscita nonostante inviati

La solita follia che capita a programmi del gruppo Microsoft che dovrebbero avere una maturità tale da essere quasi esenti da bug.

Io non capisco come sia possibile che un’azienda di quel calibro tiri fuori dei prodotti che a volte si perdono in un bicchiere d’acqua.

Il problema

Una volta configurato in IMAP e SMTP l’account all’atto di inviare un messaggio si nota che:

  1. Il messaggio è correttamente inviato
  2. Il messaggio permane nella posta in uscita
  3. La cartella posta inviata non c’è in locale

La soluzione

Troppo facile cambiare client di posta, meglio provare a:

  1. Raggiungere “Impostazioni account”
  2. Cliccare su “Impostazioni avanzate”
  3. E quindi sulla scheda “Impostazioni account avanzate”
  4. Nel campo “Radice posta…” inserire “Inbox” (senza virgolette)

In pratica il software non riesce a riconoscere in maniera autonoma l’alberatura delle cartelle del server e bisogna suggeriglielo … piccola nota “Inbox” è praticamente lo standard!!

Sembra che il problema si verifichi tanto su Outlook 2013 quanto su Outlook 2013.

Che follia …

Spero che quanto scritto torni utile
Diversamente avete tutta la mia solidarietà.

Kino Napoli 2015

KINO NAPOLI 2015

Napoli, L’Asilo 11-18 GIUGNO 2015

Kino Napoli 2015

Arriva il primo festival internazionale di Kino Kabaret della città di Napoli dall’11 al 18 giugno 2015. La base operativa è l’Asilo Filangieri, la comunità dei lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura di Napoli.

godzilla

Un Kino Kabaret è un evento, in genere di una settimana, in cui film makers da tutto il mondo (attori, registi, direttori della fotografia, sound designer) si incontrano e girano cortometraggi in tempi brevi, di solito inround (sessions) di 48/72 ore. All’inizio di ogni round, chiunque voglia realizzare un cortometraggio lo presenta al gruppo descrivendone il soggetto e indicando cast artistico/tecnico e le attrezzature di cui ha bisogno. Al termine della riunione di produzione, si formano spontaneamente delle mini-troupe che iniziano a girare i loro corti. I film vengono poi montati e proiettati pubblicamente in un cinema o locale al termine di ogni session.

bar_asilo

Il Kino si può considerare il più grande movimento di cinema indipendente al mondo con più di 70 cellule attive sparse nei 5 continenti,nasce a Montreal nel 1999, quando 15 film maker decidono di non voler aspettare di avere finanziamenti per girare il loro prossimo film, ma ne gireranno uno al mese per un anno. La mancanza di budget, tempo e risorse diventa uno stimolo alla creatività, alla sperimentazione e alla collaborazione. Le proiezioni pubbliche hanno un successo immediato. Ben presto, i film makers da 15 diventano 80 e le proiezioni vengono spostate in sale sempre più capienti, per accogliere la grande richiesta di pubblico. Il movimento diviene globale. Oltre ad occuparsi di alimentare la cultura cinematografica a livello locale, ogni cellula, almeno una volta l’anno, organizza un Kino Kabaret, questi rappresentano un vero e proprio sistema produttivo alternativo. I vincoli di budget, di risorse e di tempo non sonovisti come ostacoli, ma come stimolo alla creatività, alla cooperazione e alla sperimentazione.

Kino Napoli from Kino Napoli on Vimeo.

I cortometraggi prodotti in questi meeting partecipano a festival e vincono premi in tutto il mondo. Oltre alla produzione di film, queste sezioni sono anche un’occasione per fare nuove amicizie, creare contatti, entrare in un network mondiale di film maker. Partecipare a un Kino Kabaret vuol dire anche vivere la città che lo ospita in maniera diversa: i partecipanti non si sentono turisti, hanno un obiettivo preciso e la città li aiuta a perseguirlo stimolandoli continuamente con la sua atmosfera, la sua energia. Si può dire che lo scambio avviene in tempo reale poiché i registi restituiscono le loro opere in tempi brevissimi.
sala_lasilo Regola non scritta del Kino Kabaret, inoltre, riguarda la tradizione dell’ospitalità dei partecipanti: gli organizzatori si impegnano ad assicurare un alloggio agli artisti stranieri, sia presso i partecipanti locali che verso strutture disposte adaccoglierli. I pasti sono offerti dall’organizzazione, contribuendo così a coinvolgere gli stranieri anche nella cultura gastronomica del paese ospitante. Kino Napoli 2015 è organizzato in 4 session produttive. In ognuna verranno girati tra i 10 e i 16 cortometraggi. Alla fine, ci sarà una proiezione pubblica in un locale o in un cinema della città. Martedì 16 giugno, il multicinema Modernissimo ospiterà una proiezione gratuita aperta al pubblico. Sono già state confermate partecipazioni da persone provenienti da tutto il mondo e chiuse le iscrizioni. Napoli è già pronta ad accogliere il suo primo Kino!

 

Fai bene con niente, fai meglio con poco, fallo adesso!”

(motto del Kino Movement)

RIFERIMENTI:

Dai una mano all’organizzazione ospita un Kinoita, scrivi a kinonapoli@gmail.com o sulla pagina Facebook del Kino Napoli 2015.

kino_troisi