Tilde e backtick su windows

I sistemisti linux (quindi la quasi totalità della categoria), quando costretti ad usare Windows, non possono di certo fare a meno della linux shell, che in ambiente Windows, viene emulata in maniera tuttosommato soddisfacente, da programmi come cygwin e git bash.

Tuttavia la shell di linux, non è l’unica cosa che manca ad un pinguinofilo, quando è costretto ad usare il sistema operativo di Microsoft. Uno degli aspetti più avvilenti tante volte è rappresentato dalla tastiera ed in particolare di alcuni tasti che si comportano in maniera differente sui due sistemi operativi.

Questo breve post offre una panoramica e una soluzione al problema.

Tilde ~

Il carattere tilde è molto usato in ambiente linux, dove basta pigiare

Alt Gr + ì

per ottenerla.

Su ambiente windows invece si deve fare ricorso al tastierino numerico per ottenere lo stesso risultato, in particolare bisogna digitare la sequenza

Alt + 126

per vedere stampato a video il carattere tilde.

Backtick `

Per quanto riguarda il carattere backtick, questo `, su ambiente linux sarà sufficiente digitare ? tendendo premuto il tasto Alt Gr, ovvero:

Alt Gr + ?

Su sistema operativo Windows invece, bisognerà ricorrere al tastierino numerico, digitando:

Alt + 96

Ma, io non ho il tastierino numerico!

È abbastanza frustrante dover risolvere questo problema quando non sia ha un tastierino numerico sulla tastiera, perché ad esempio si sta utilizzando un PC portatile.

Se dunque hai un notebook con Windows e vuoi scrivere tilde o backtick, non ti resta che dare un’occhiata alla pagina “layout.ahk” del Github di Federico Carboni, dove viene mostrato l’uso del software AutoHotKey che risolve in maniera molto elegante il problema del tilde o del backtick su Windows.

Nella stessa pagina, viene mostrato un altro software Microsoft Keyboard Layout Creator, che assolve allo stesso scopo, ma che ho trovato meno pratico di AutoHotKey, che mi è sembrato più immediato.

Buona digitazione a tutti.

OpenVPN Windows 10 DNS che problema

OpenVPN Windows 10 DNS, un connubio che presenta dei problemi a cui esiste una soluzione.

Premesse

Di recente sono passato a Windows 10, un bella svolta di cui sono contento, un buon sistema operativo, veloce e versatile.

Purtroppo, come talvolta accade, gli upgrade possono portare, assieme al loro carico di benefici, anche qualche problema.

Il problema

Nel caso in esame OpenVPN non riesce a risolvere i nomi di taluni host. Questo perché a quanto ho capito girovagando un pochetto, per una questione di “ottimizzazione” Microsoft ha deciso di risolvere DNS chiedendo a tutti gli indirizzi presenti, senza curarsi del fatto che si è sotto VPN.

Bello no?

No.

La soluzione

Sul forum dedicato al software OpenVPN ho trovato questo articolo

https://forums.openvpn.net/topic12687.html

Spulciandolo per bene ho scoperto che è stato creato un plugin per OpenVPN ad hoc per Windows 10 (free ed opensource ovviamente) che consente di risolvere il problema.

  1. Scaricare il software al link
    https://github.com/ValdikSS/openvpn-fix-dns-leak-plugin
    Cattura
  2. Nella cartella scompattata troverete due files
    fix-dns-leak-64.dll
    fix-dns-leak-32.dll
    Da usare rispettivamente per OpenVPN a 64bit e a 32bit.
  3. Copiare il file a seconda che il proprio OpenVPN sia a 64bit o 32bit.
  4. Incollarlo nella cartella
    C:\Program Files\OpenVPN\bin (64bit)
    oppure
    C:\Program Files (x86)\OpenVPN\bin (32bit)
  5. Adesso aprite con un editor di testo il vostro file di configurazione per la VPN, si tratta del file nella cartella “config” con estensione .ovpn
  6. Aggiungete la riga
    “plugin fix-dns-leak-32.dll” oppure “plugin fix-dns-leak-64.dll”
    nel vostro file.
  7. Salvate
  8. Avviate (o riavviate) la conessione OpenVPN
  9. Tutto funziona (si spera).

Mi auguro di essere stato utile.

Aggiornamento

21/06/2018

Potrebbe essere utile cambiare il valore della metrica di rete se il problema persiste.

Per impostare le nuove metriche

  • recarsi accedere a Pannello di controllo\Rete e Internet\Centro connessioni di rete e condivisione
  • cliccare sulla rete ethernet (o wifi) con la quale si è connessi
  • accedere alle proprietà
  • cliccare su TCP/IPv4 (vedi immagine)
  • quindi selezionare “Avanzate”.

In questa pagina bisognerà impostare manualmente le metriche dandogli un valore alto.
Il post che spiega come risolvere il problema suggerisce il valore 15, che a me ha funzionato egregiamente.

 

EDIT: 
Un utente gentile mi ha segnalato anche questo articolo
https://superuser.com/questions/966832/windows-10-dns-resolution-via-vpn-connection-not-working