Come eliminare tutti i prodotti da woocommerce senza impazzire?

Minimo sforzo massima resa, in questo post spiego come ho fatto a risolvere il problema che un mio cliente aveva generato per errore. Oltre alla soluzione troverete anche l’iter che mi ci ha portato.

A seguito di un’importazione sbagliata, un mio cliente aveva riempito il suo e-commerce (woocommerce) di 2000 prodotti vuoti! Fortunatamente si trattava di un ambiente di pre-produzione e quindi non ha avuto alcun impatto sull’esperienza utente.

Tuttavia si era reso necessario un intervento massivo su tutti i prodotti, in quanto andavano eliminati del tutto dal sito internet.

Il mio cervello ha pensato subito a scrivere un poco di codice per creare uno script da lanciare in batch attraverso di un plugin ad hoc, che avrebbe dovuto esporre una pagina con un pulsante di distruzione di massa, quindi esporre un avviso per chiedere all’utente se fosse sicuro di quello che stava facendo … ma sono troppo pigro, per cui, il secondo pensiero è stato gugolare un poco (anche se in realtà uso perlopiù duckduckgo, ve lo consiglierò prima o poi assieme ad altri tool per la vostra privacy).

Dalla ricerca che ho usato wordpress how to delete all products è venuto fuori (ovviamente) la qualunque … focalizzerò l’attenzione su 2 delle soluzioni che ho trovato.

1. Aumento numero prodotti visualizzati

Parte superiore della pagina prodotti di wordpress/woocommerce

Alcuni consigliano di visualizzare più prodotti sulla stessa pagina e cancellarli massivamente

Ma questa soluzione, mostrando un numero considerevole di prodotti (anche 300), è veramente sconsigliata per tanti motivi:

  • è maledettamente lenta;
  • prevede dei tempi morti perfino lato client (javascript ci mette un po’ a spuntare tutte le checkbox!);
  • anche se il processo di cancellazione massiva viene gestito in batch, ottimizzando l’uso della memoria RAM, vi ritroverete comunque a consumare molte risorse e ad aspettare molto tempo prima che la nuova pagina venga ricaricata e possiate lanciare un altro cancella tutti.

Questa soluzione per me è quindi SCONSIGLIATA. Passiamo alla prossima

2. Query diretta al database che rimuove tutto

Non male come idea. Una bella query, fatta bene che va a togliere non solo i prodotti, ma tutte le sue relazioni con le altre risorse BASE di wordpress.

Quel “BASE” non è maiuscolo per caso. Quello che intendo impropriamente dire con risorse BASE, significa che se per qualche motivo il vostro prodotto è collegato a qualche altra risorsa introdotta da un plugin o da software di terze parti, rischiate seriamente di perdervi pezzi per strada.

Uno screenshot della soluzione così come riportata su Store App org.

Il sito storeapps.org, propone una soluzione basata su questa query:

DELETE relations.*, taxes.*, terms.*
FROM wp_term_relationships AS relations
INNER JOIN wp_term_taxonomy AS taxes
ON relations.term_taxonomy_id=taxes.term_taxonomy_id
INNER JOIN wp_terms AS terms
ON taxes.term_id=terms.term_id
WHERE object_id IN (SELECT ID FROM wp_posts WHERE post_type IN ('product','product_variation'));

DELETE FROM wp_postmeta WHERE post_id IN (SELECT ID FROM wp_posts WHERE post_type IN ('product','product_variation'));
DELETE FROM wp_posts WHERE post_type IN ('product','product_variation');

Ma ad ogni modo, lo stesso autore dopo questa query dice:

However, this is not the best way to bulk delete products

Dal sito storeapps.org

Anche se loro sconsigliano l’approccio query based, perché vogliono vendervi un plugin che fa cose, quella che dicono è una grande verità.

Troppo rischioso lanciare query nel database senza alcuna pietà. Potresti ritrovarvi con più problemi di quando avete iniziato.

Se scegliete questo approccio che io SCONSIGLIO, abbiate almeno il buon cuore di effettuare una copia di backup del database (ho scritto anche io un poco a riguardo).

3. WP CLI

La WP CLI è un software portabile scritto in PHP che vi consentirà di lanciare dei comandi sulla console per ottenere quello che volete.

Non sai di che parlo? Fidati di me, usa il metodo 1.

Il comando che ho lanciato e che ha funzionato come un incantesimo è stato quello suggerito da Ryan Steven sul suo blog.

Provare per credere:

wp post list --field=ID --post_type=product --posts_per_page=2000 | xargs wp post delete --force
Il comando che ho lanciato sul terminale dell’hosting in questione. Come è possibile vedere ho usato direttamente il file .phar.

Se avete il sito su hosting che non ha accesso alla console sappiate che potete usare lo stesso la cli, ma facendo un accrocchio che spero di avere modo di illustrarvi in qualche altro post in futuro.

Conclusioni

Se siete utenti smaliziati, dovete avere a che fare con operazioni ripetitive, containers, orchestratori (tipo kuberneetes), allora vi consiglio di studiare l’uso della CLI (proposta come migliore soluzione, la numero 3).

Se non siete utenti esperti state lontano come la peste dalle query (soluzione 2) e lanciatevi sulla soluzione 1, specie se la cancellazione massiva è da fare una tantum.

Tilde e backtick su windows

I sistemisti linux (quindi la quasi totalità della categoria), quando costretti ad usare Windows, non possono di certo fare a meno della linux shell, che in ambiente Windows, viene emulata in maniera tuttosommato soddisfacente, da programmi come cygwin e git bash.

Tuttavia la shell di linux, non è l’unica cosa che manca ad un pinguinofilo, quando è costretto ad usare il sistema operativo di Microsoft. Uno degli aspetti più avvilenti tante volte è rappresentato dalla tastiera ed in particolare di alcuni tasti che si comportano in maniera differente sui due sistemi operativi.

Questo breve post offre una panoramica e una soluzione al problema.

Tilde ~

Il carattere tilde è molto usato in ambiente linux, dove basta pigiare

Alt Gr + ì

per ottenerla.

Su ambiente windows invece si deve fare ricorso al tastierino numerico per ottenere lo stesso risultato, in particolare bisogna digitare la sequenza

Alt + 126

per vedere stampato a video il carattere tilde.

Backtick `

Per quanto riguarda il carattere backtick, questo `, su ambiente linux sarà sufficiente digitare ? tendendo premuto il tasto Alt Gr, ovvero:

Alt Gr + ?

Su sistema operativo Windows invece, bisognerà ricorrere al tastierino numerico, digitando:

Alt + 96

Ma, io non ho il tastierino numerico!

È abbastanza frustrante dover risolvere questo problema quando non sia ha un tastierino numerico sulla tastiera, perché ad esempio si sta utilizzando un PC portatile.

Se dunque hai un notebook con Windows e vuoi scrivere tilde o backtick, non ti resta che dare un’occhiata alla pagina “layout.ahk” del Github di Federico Carboni, dove viene mostrato l’uso del software AutoHotKey che risolve in maniera molto elegante il problema del tilde o del backtick su Windows.

Nella stessa pagina, viene mostrato un altro software Microsoft Keyboard Layout Creator, che assolve allo stesso scopo, ma che ho trovato meno pratico di AutoHotKey, che mi è sembrato più immediato.

Buona digitazione a tutti.